Certificazioni

Certificato da ICEA
GR0366
“Processo di nobilitazione tessile conforme al GRS”

Il Global Recycle Standard è promosso da Textile Exchange, una delle più importanti organizzazioni non-profit internazionali per lo sviluppo responsabile e sostenibile nel settore tessile. Lo standard riconosce l’importanza del riciclo per la crescita di un modello di produzione e consumo sostenibile, con l’obiettivo di favorire la riduzione del consumo di risorse (materie prime vergini, acqua ed energia) ed aumentare la qualità dei prodotti riciclati.

Il GRS prevede il rilascio di una dichiarazione ambientale verificata da parte terza che assicura il contenuto di materiali da riciclo dei loro prodotti, sia intermedi che finiti, il mantenimento della tracciabilità lungo l’intero processo produttivo, le restrizioni nell’uso dei prodotti chimici ed il rispetto di criteri ambientali e sociali in tutte le fasi della filiera produttiva dal riciclo dei materiali, alle successive fasi manifatturiere, fino all’etichettatura del prodotto finito. Le fasi che non rientrano nella certificazione sono la raccolta dei rifiuti, la cernita, selezione e raggruppamento. Possono essere certificati in base al GRS i prodotti e le attività manifatturiere.

Il Global Recycle Standard garantisce:

  • Prodotti contenenti almeno il 20% di materiale da riciclo pre-consumo e post-consumo;
  • Attività e processi manifatturieri attraverso i quali il materiale riciclato viene impiegato per realizzare prodotti intermedi (ad esempio: filati e tessuti) o prodotti finiti destinati al consumatore, che utilizzino modelli e procedure gestionali conformi ai requisiti fissati.

Tintoria Emiliana è stata una delle prime tintorie ad aderire all’organizzazione ZDHC di Amsterdam.
L’approccio olistico di ZDHC ha consentito di sviluppare strumenti per una sempre più accorta gestione dei prodotti chimici, stabilendo dei nuovi standard per il controllo dei processi di produzione e degli scarichi in ambiente. ZDHC è una fondazione che opera a livello internazionale che, attraverso il programma Roadmap to Zero, si propone di diminuire drasticamente l’inquinamento provocato dalle industrie tessili, conciarie e del settore calzaturiero che forniscono i maggiori brand globali. Tintoria Emiliana ha aderito su base volontaria al programma Roadmap to Zero che impone di evitare l’utilizzo di alcune sostanze altamente inquinanti, di gestire e migliorare i processi e la gestione dei prodotti chimici, con lo scopo di diminuire i residui di sostanze chimiche sui substrati tessili lavorati, oltre che il carico inquinante nelle acque reflue, nei rifiuti e nelle emissioni in atmosfera. Un impegno che va oltre il rispetto delle normative e che si pone importanti obiettivi di miglioramento per l’eliminazione di sostanze nocive dal ciclo produttivo. Le Linee guida di ZDHC per le acque reflue definiscono uno standard per i test da effettuare sulle acque reflue degli impianti di produzione. Contrariamente a quanto previsto dai regolamenti locali, queste linee guida non si limitano solo alle verifiche sui cosiddetti PARAMETRI CONVENZIONALI (pH, BOD, COD, etc.) ma prevedono l’estensione dei test su una serie di sostanze chimiche definite pericolose ed incluse nell’elenco ZDHC MRSL (Manufacturing Restricted Substances List).